Chi siamo

Francesco Nirani

Laureato in giurisprudenza presso l’Università di Firenze esperto in argomentazione e logica giuridica. Cucino dall’età di 8 anni, faccio fotografie anche senza usare il cellulare, conosco la storia di ogni sport esistente e di quelli che dovranno ancora essere inventati, guardo film in vhs. Mentre ascolto Calcutta mi convinco che l’Italia stia vivendo il miglior periodo musicale della sua storia, poi mi fermo e penso di aver esagerato anche stavolta. Credo che la presenza dell’umanità sulla Terra sia del tutto superflua.
Mi piace dormire.
Niccolò Ghinassi

Laureato in Scienze Politiche all’Università degli Studi di Firenze, e diplomato presso MCI, Master in Comunicazione di Impresa all’Università degli studi di Siena.
Le mie competenze nel mondo della comunicazione e del digitale derivano dalle numerose collaborazioni ed esperienze sul campo, tra le quali spiccano quelle con la Scuola Scienze Aziendali e Tecnologie Industriali Piero Baldesi, l’incubatore di startup Murate Idea Park, e con le emittenti TeleIride ed Italia 7.
Appassionato di sport e lettura, attento ai cambiamenti tecnologici in atto, cerco di coniugare le mie passioni con il mio lavoro, in un’ottica di scoperta continua e di approfondimento costante.
Sostenitore del diritto di opinione e della solidarietà tra esseri umani, ritengo di estrema importanza il confrontarsi sui temi più urgenti e rilevanti del nostro mondo e della nostra società, perchè da una mente può nascere una grande idea, ma da più menti può nascere un grande futuro.

Siamo un gruppo formato da 4 ragazzi che si sono conosciuti ai tempi dell’università. Già allora troppo consapevoli per lasciarci del tutto alle leggerezze del mondo universitario ma ancora adesso troppo poco arresi alla piacevole monotonia della vita lavoro-casa per concentrarci esclusivamente sui nostri lavori, su che maglione comprare, su dove cenare il sabato sera, sul progettare le vacanze estive, su scegliere le sneakers giuste… E così spesso, forse molto spesso, forse troppo spesso, ci vediamo, ci riuniamo. Per fare qualcosa di attivo. Per fare qualcosa di normale. Per fare qualcosa di divertente. Per fare cosa in effetti? Per fare. Qualcosa. Sì ok, per fare qualcosa. Ma ogni santa volta, non ci accorgiamo nemmeno di esserci già salutati e siamo già finiti a parlare di qualche strano argomento, e lo facciamo poi per ore. Va sempre nello stesso modo: qualcuno inizia a parlare di qualcosa e qualcun altro aggiunge qualcos’altro e poi via verso un dibattito dove il punto di vista di chi ha cominciato fa il giro di tutti, si trasforma, si plasma in modo armonico e circolare per tornare al punto iniziale: quale? Non lo so e non lo sappiamo. Però almeno abbiamo riempito il tempo di quel qualcosa che dovevamo fare. E ci salutiamo dicendo “sì, però la prossima volta vediamo di fare qualcosa”. Spesso va così, ogni tanto litighiamo anche per punti di vista diametralmente opposti. Da questo tipo di interazione (non così tanto originale sia chiaro) è maturata l’idea di riportare su una piattaforma digitale le nostre pippe mentali. Su un blog, con un nome che ben ricalcasse ciò che tra noi accade: Circle Debates. Non ci sarà una linea definita, non ci sarà una precisa posizione, non ci sarà un argomento principale. Il nostro sito, come la nostra vita, sarà scritto e condotto completamente a caso.